Chi siamo
Pagina iniziale

Chi Siamo

Chi Siamo

La “Stefani Sport” società cooperativa sociale sportiva dilettantistica ha sede a Noventa Vicentina in via Fontana 42, presso le strutture della Fondazione “Stefani” onlus.

Retta dai principi della mutualità e senza fini di lucro, la cooperativa intende onorare la memoria dei fratelli Giulio, Luigi, Ettore-Italo e Candida Stefani operando con finalità umane e cristiane nel servizio alle persone e al territorio,  con particolare attenzione per le persone in situazione di disabilità e di svantaggio.

La cooperativa nel rispetto di quanto disposto dalla Legge 381/91 si propone di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso:

a) la gestione di servizi socio sanitari, educativi, assistenziali di cui all’art. 1 lett. A) della L. 381/91, ed in particolare l’esercizio e la promozione di attività socio-sanitarie finalizzate alla prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione funzionale e psico – fisica, nonché attività educative e didattiche, anche nell’ambito sportivo dilettantistico, rivolte a tutti i cittadini in ogni fascia d’età e nelle diverse categorie sociali, con una particolare attenzione ai minori, agli anziani e in generale alle persone con problematiche di disabilità e/o di svantaggio.

b) lo svolgimento di attività diverse – agricole, industriali, commerciali o di servizi – finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate di cui all’art. 1 lett. B) della L. 381/91.

È iscritta al n. A228155 dell’Albo delle Cooperative presso la CCIAA  di Vicenza e al n. P/VI/0153 dell’Albo Regionale delle Cooperative Sociali della Regione Veneto (sezione cooperative sociali a scopo plurimo, tipo A e B).

Costituita il 14 maggio 2013, con atto Repertorio n. 87.213 – Raccolta n. 17.728 del notaio Dott. Enrico Mele di Vicenza, a seguito trasformazione, a norma dell’art. 2500 setpies C.C., della “SOCIETA’ SPORTIVA DILETTANTISTICA STEFANI SPORT S.r.l.” in società cooperativa sociale con la denominazione di “STEFANI SPORT SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE SPORTIVA DILETTANTISTICA”, essa è sorta nell’ambito della Fondazione “Candida Stefani e Fratelli” onlus, che ne è socia, con l’obiettivo prioritario di promuovere e sviluppare servizi e attività di tipo educativo, abilitativo e riabilitativo per le persone con disabilità ospiti dei centri diurni e residenziali della Fondazione stessa, nonché in favore delle persone con disabilità o fragilità del territorio, tramite la gestione a ciò finalizzata delle strutture di palestra e di piscina, che la suddetta Fondazione ha affidato alla cooperativa in comodato d’uso gratuito per il perseguimento di tali finalità senza scopo di lucro.

In accordo con la stessa Fondazione “Stefani” onlus, la cooperativa ha attivato presso i summenzionati impianti di palestra e piscina anche una serie di servizi di tipo riabilitativo, educativo, preventivo, aperti alla cittadinanza, con finalità di promozione della salute, prevenzione all’insorgenza di patologie invalidanti, trattamento di patologie croniche, attraverso lo svolgimento di attività motorie, con particolate attenzione ai bambini, fin dalla prima infanzia, agli anziani, alle persone con disabilità in generale (oltre a quelle già utenti dei centri diurni e residenziali della Fondazione “Stefani” onlus), alle persone con patologie croniche, secondo la visione e gli obiettivi del Programma nazionale “Guadagnare Salute. Rendere facili le scelte salutari”, approvato dal Governo con Decreto del presidente del Consiglio dei ministri il 4 maggio 2007, e del Piano Regionale per la Promozione dell’Attività Motoria, approvato con Delibera di Giunta Regionale del Veneto n.1563 del 26.08.2014.

Per tali fini sociali di promozione della salute attraverso la promozione dell’attività motoria si è coniugato lo statuto di cooperativa sociale con quello di cooperativa sportiva dilettantistica, potendo così procedere all’affiliazione agli enti di promozione sportiva C.S.I – Centro Sportivo Italiano (codice affiliazione n. EPSCSI03600189) e U.I.S.P. – Unione Italiana Sport Per Tutti (codice affiliazione n.F070338), e di conseguenza all’iscrizione al n.8403 del Registro nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche istituito presso il registro del C.O.N.I. – Comitato Olimpico Nazionale Italiano.

Con modifica dello statuto in data 1 luglio 2016, con atto n.137.713 di Repertorio e n. 29.751 di Raccolta del notaio Dott. Proc. Beniamino Itri, la cooperativa si è trasformata a scopo plurimo così da poter collegare funzionalmente alle attività riabilitative, abilitative, educative per persone con disabilità (attività delle cooperative sociali di tipologia A) anche attività lavorative di pulizie e manutenzioni generiche, rientranti nell’ambito delle cooperative sociali di tipologia B, che rendano possibile l’inserimento lavorativo e la promozione umana e sociale di persone in situazioni di disabilità o svantaggio, permettendo così di realizzare ancor più compiutamente la mission di promozione umana e di solidarietà sociale.

Con specifica attenzione alle persone in situazione di disabilità e svantaggio, la configurazione della cooperativa sociale a scopo plurimo consente infatti di realizzare importanti sinergie tra le attività e le professionalità dei comparti di tipologia A e quelle della tipologia B, favorendo opportunità per qualificare servizi e percorsi di inclusione:

  • L’ambito di tipologia A, nel quale operano le figure specializzate di fisioterapisti, educatori, istruttori ed esperti in scienze motorie preventive e adattate, consente di seguire, monitorare, accompagnare con maggiore appropriatezza, efficienza ed efficacia il percorso di inclusione lavorativa delle persone svantaggiate inserite al lavoro nelle attività di tipologia B, offrendo un contesto attrezzato e competente, con professionalità qualificate in ambito di educazione, prevenzione e promozione della salute;
  • Il comparto B, sia per quanto concerne le attività di pulizie e di manutenzioni generiche, sia per nuove attività che dovessero essere eventualmente sviluppate in futuro, rappresenta un contesto di concretezza funzionalmente collegato e collegabile alle attività di tipologia A, che potranno così disporre di importanti prospettive di esperienza e di inclusione socio-lavorativa da mettere a disposizione di persone con disabilità o svantaggio.